martedì 4 agosto 2009

Ebano

"Sebbene duri già da tanti anni non mi risulta che qualcuno abbia tentato di scriverne la storia. In Europa a ogni guerra sono dedicati scaffali di libri, di archivi zeppi di documenti, sale speciali nei musei. In Africa non esiste niente del genere. Per lunga e grande che sia, qui la guerra sprofonda rapidamente nel dimenticatoio. Il giorno dopo le sue tracce sono già sparite: bisogna seppellire i morti, costruire nuove capanne al posto di quelle bruciate.
Documenti? Non ce ne sono mai stati. Non esistono ordini scritti, mappe militari, codici, volantini, appelli, giornali, corrispondenza. Qui non vie l'usanza di scrivere ricordi e di tenere diari (anche per la mancanza cronica di carta). Non esiste la tradizione di narrare per iscritto la storia. E chi dovrebbe farlo? Non c'è nessuno che si dedichi a raccogliere ricordi e materiale per i musei, non ci sono archivisti, storici, archeologi. Qui la storia si manifesta all'improvviso, piomba come un deus ex machina, raccoglie la sua messe cruente, miete le sue vittime e sparisce senza lasciare tracce. Chi è? Perchè ha gettato proprio addosso a noi il suo dannato incantesimo? Non è bene pensare a queste cose. Meglio lasciar perdere."

Kapuscinski

6 commenti:

pattybruce ha detto...

Ma che bello questo brano. Ho proprio voglia di leggere questo libro.

第二回合 ha detto...

看看blog調整心情,又要來繼續工作,大家加油.........................

剩沒底天 ha detto...

厚 !!!等了好久的更新~~一定要支持的啦(ΘωΘ)........................................

Anonimo ha detto...

It sounds like you're generating problems yourself by attempting to resolve this challenge as opposed to looking at why their is usually a difficulty in the first place

--------------------------------------------
my website is
http://polarwatches.info

Also welcome you!

Anonimo ha detto...

Recentemente ho trovato il vostro blog e hanno letto insieme. Ho pensato di lasciare il mio primo commento. Non so cosa dire se non che mi sono goduto la lettura. bel blog.

Anonimo ha detto...

Hi, i just want to say hello to the community